lunedì 26 gennaio 2009

Le parole alla fine (Giuseppe Barreca)

Mi permetto di parlare di questo mio romanzo. Ho cominciato a scriverlo nel 2002 e solo oggi vede la luce, grazie a Liberodiscrivere, un coraggioso editore genovese che non chiede soldi agli autori (e nel panorama della piccola editoria italiana è una cosa rara).
L’opera racconta la vicenda di due ragazzi “normali”, Andrea e Francesca, e delle loro vite “normali”. Si tratta della narrazione del loro nuovo incontro, dopo che si sono lasciato alcuni mesi prima, avendo compreso di non poter stare assieme. Andrea è un ragazzo sensibile, ma che talvolta tende a nascondersi agli altri, a chiudersi in sé: desidererebbe tornare con Francesca, sebbene nel frattempo intreccia altre relazioni, tutte superficiali. Dal canto suo Francesca, una donna spesso incapace di esprimere i propri sentimenti, dopo aver lasciato Andrea, frequenta un loro comune ex amico, Giorgio.
Ad un certo punto però Andrea e Francesca si rivedono casualmente: nonostante la resistenza della ragazza, Andrea riesce ad ottenere un appuntamento per spiegarle alcune cose. Francesca, parlando con il ragazzo, si accorge di volergli ancora bene, ma teme che, tornando con lui, possano ripresentarsi i problemi dell’anno prima: l’incostanza di Andrea, la sua abulia, l’incapacità di mostrasti autentico e spontaneo, ossia quel che la ragazza definisce “gelosia di se stesso”.
Nel frattempo, Francesca lascia Giorgio, il quale ha anche un incidente con la motocicletta e rimane ferito. Alla fine, dopo una giornata trascorsa sul lago con altri amici, Francesca “cede” ad Andrea, rassicurata dall’atteggiamento affettuoso del ragazzo.
La ripresa della storia tra Andrea e Francesca, però, non restituisce serenità ai due; è soprattutto la ragazza a realizzare, gradualmente, che Andrea appare dolce e affettuoso solo perché vuole dimostrarle di essere un altro uomo. Al fondo, però, egli è ancora incapace di essere se stesso, di mostrarsi autenticamente, di esprimere senza maschere le sue inquietudini e le sue paure. E allora si chiude in sé, non parla e Francesca ne soffre.
Dopo tre mesi, Francesca accetta un appuntamento con il suo ex ragazzo, Giorgio, ormai guarito dall’incidente e fidanzato con un’altra persona. Giorgio è offeso per il fatto che Francesca sia tornata con Andrea, ma le ha detto che vuole rivederla per fare pace e per tornare buoni amici. In realtà, alla fine dell’incontro, Giorgio tenta di baciare Francesca. La ragazza teme una violenza, ma alla fine fugge via terrorizzata. Siamo quasi alla fine del romanzo… non è giusto però svelare la conclusione della storia: quando Andrea saprà della violenza di Giorgio, molte cose diventeranno più chiare al lettore…

UNA BEFFA LUNGA QUASI MEZZO SECOLO: LA JUVE IN COPPA CAMPIONI

È iniziata prima che nascessi. La Coppa Campioni era stregata già allora: 1973, finale contro l’imbattibile Ajax del “calcio totale”....