venerdì 19 dicembre 2008

Poesia

Nella vallata

Una biscia sull’asfalto bagnato.
Schiacciata da un piede, da una ruota:
hai volto gli occhi dall’altra parte,
quasi un presagio funesto.
Si sentiva il soffrire della vita
percorrere impalpabile la vallata:
nella foglia che agonizzava,
nel ramo troncato dal vento,
nell’uccello sconfitto in amore,
che gridava, impotente, vendetta,
nella biscia che non volesti guardare.

La biografa (D. Constantine) Edizioni Nutrimenti

L’amore può vivere gravato da un’assenza totale, assoluta, perché l’oggetto d’amore è scomparso? È la domanda che percorre l’anima di Kat...