domenica 14 febbraio 2010

La mia sera senza cena



I poetry slam sono sempre più frequenti; io non amo molto la competizione tra poeti, perché credo che ognuno infonda alle sue parole un senso, un significato e a volte una struttura metrica che difficilmente è confrontabile con quella altrui.
Ad ogni modo, il poetry slam è comunque un'occasione per confrontarsi, conoscersi, forse divertirsi. Ed è stato questo lo spirito con cui io, accompagnato dall'amico Carlo "Skizzo" Biglioli (anima del gruppo Famiglia Rossi, nonché autore della "celebre" canzone Mi sono fatto da solo), ho preso spunto dalla celeberrima poesia di Giovanni Pascoli, La mia sera per comporre la storia di un uomo che la notte, ahilui, sogna di mangiare e non può farlo.
Tutto bene e divertente...

Recensione: PIERGIORGIO PATERLINI, BAMBINATE, EINAUDI 2017

La ferocia dell’infanzia non ha limiti, né di tempo né di forme. È questo forse il messaggio più dirompente del libro di Piergiorgio ...